Cagli: processione del Venerdì Santo, secolare atto di fede

salus

Si rinnova una tradizione che anima la città col gruppo delle Confraternite

Una tradizione che dura da secoli. Cagli si appresta di nuovo a ricordare la passione di Cristo con la processione del Venerdì Santo. Una rappresentazione di fede lungo le vie del centro storico con il clero locale e la partecipazione delle cinque confraternite di San Giuseppe e del Santissimo Crocifisso, la Compagnia della Buona Morte e Orazione, la Confraternita della Misericordia, la Confraternita degli Artieri e la Compagnia della Madonna del Buon Consiglio. La storia di queste confraternite ha origine nel Medioevo con scopo solidaristico e caritatevole. La loro continuità si tramanda fino a oggi con la processione del Venerdì Santo. Alle 5 del mattino iniziano nella chiesa di San Giuseppe le funzioni religiose del Venerdì Santo col trasferimento del Cristo ligneo in Cattedrale; nel pomeriggio le tre ore di agonia precedono la processione serale.  Alle 21 i confratelli delle Confraternite, scalzi e incappucciati, si ritrovano in via Purgotti. La conclusione è affidata al vescovo che parla ai fedeli dal balcone terrazzo di palazzo Brancuti.