Via libera all’anticipazione di 1 milione e 68 mila euro per gestire dall’inizio dell’anno le attività venatorie

salus

La Prima commissione affari istituzionali e bilancio nella seduta di oggi ha licenziato la proposta di legge a iniziativa della Giunta regionale “Anticipazione finanziaria per spese in materia venatoria”. L’atto, di cui sono relatori il presidente della commissione Francesco Giacinti (Pd) e la consigliera regionale Jessica Marcozzi (FI), è stato approvato con 6 voti a favore (Giacinti, Biancani, Minardi, Urbinati, Carloni, Marcozzi) e un’astensione (Maggi). L’anticipazione finanziaria, pari ad euro 1.068.029,53, consente alla Regione di poter gestire tempestivamente, fin dai primi mesi dell’anno, le attività e gli obblighi dettati dalla normativa europea, statale e regionale in materia venatoria. In particolare si rende necessario assicurare le adeguate coperture finanziarie agli ATC (Ambiti territoriali di caccia) per le funzioni loro assegnate, tra queste la liquidazione dei risarcimenti dei danni causati dalla fauna selvatica. Il recupero delle somme anticipate avverrà entro quindici giorni dall’effettivo accredito della tassa di concessione regionale, versata, per la quasi totalità, negli ultimi mesi dell’anno. Alla seduta ha partecipato anche la dirigente regionale del servizio Loredana Borraccini. “Questa proposta di legge si inserisce nelle politiche inerenti la caccia e in particolare riguarda il tema dei danni causati alle culture dalla fauna selvatica – ha rimarcato il presidente Giacinti – Le risorse assegnate agli ATC con questo provvedimento consentiranno di riavviare la liquidazione dei risarcimenti. Si tratta di un segnale importante che riconosce l’urgenza di svolgere con regolarità annuale gli interventi per la gestione faunistica, a tutela della biodiversità e della sostenibilità dell’agricoltura”.

Comunicato stampa Consiglio regionale Marche (L. V.)