Farmaci a base di cannabis a carico del servizio sanitario regionale

salus

Comincia in Commissione Sanità l’iter della proposta di legge per la dispensazione delle preparazioni magistrali derivate dalla cannabis

Farmaci a base di cannabis a carico del servizio sanitario regionale. E’ questa la disposizione contenuta nella proposta di legge al tavolo della Commissione Sanità, presieduta da Fabrizio Volpini (Pd). E’ allo stesso presidente, insieme con i consiglieri Pd Giancarli, Talè e Busilacchi, che si deve l’iniziativa del documento, “nato – ha dichiarato Volpini – dall’esigenza di assicurare una risposta terapeutica più efficace per le persone affette da gravi patologie croniche”.
“Ci sembra opportuno – ha spiegato Volpini, relatore di maggioranza della pdl – consentire la dispensazione da parte delle farmacie ospedaliere e dei servizi farmaceutici territoriali delle preparazioni a base di cannabis, per gli impieghi ad uso medico prescritti dalla normativa nazionale, con oneri a carico del Servizio sanitario regionale, e valutare l’opportunità di una dispensazione anche da parte di farmacie private convenzionate appositamente individuate”.
Nel 2015 un decreto del Ministro della Salute aveva disciplinato a livello nazionale le modalità diproduzione delle sostanze e preparazioni magistrali a base di cannabis, definendone le modalità di dispensazione. Nello stesso decreto si specificava che le Regioni avevano il compito di predisporre le richieste, stabilire il fabbisogno di queste sostanze e quindi di trasmettere questi dati al Ministero entro il 31 maggio di ogni anno. Inoltre, sempre alle Regioni spettava la decisione sull’eventuale rimborsabilità a carico del Servizio sanitario regionale.
Oggi in Commissione ci sono state due audizioni. Sono stati ascoltati Luciano Postacchini dell’Associazione “Di sana pianta” e Luigi Filippo Nardi, medico direttore della SSD di Terapia del dolore e cure palliative dell’Ospedale generale provinciale di Macerata.
“Sono state audizioni utili e proficue – ha detto Volpini – perché abbiamo ascoltato sia la parte medica che l’associazionismo. Sono emerse problematiche su cui sono necessari approfondimenti per poter perfezionare la nostra pdl”.
“Sono molto soddisfatta – ha commentato Romina Pergolesi (M5S), relatrice di minoranza – dell’iter che abbiamo intrapreso. Ho presentato oggi insieme con il presidente Volpini un emendamento alla proposta di legge per consentire alla Regione Marche di avviare progetti sperimentali per la produzione di preparazioni vegetali a base di cannabis con l’obiettivo di abbattere i costi”.
I farmaci possono essere prescritti dal medico specialista del Servizio sanitario e anche dal medico di medicina generale sulla base del piano terapeutico redatto dallo specialista per il singolo paziente. Nel testo della proposta di legge si prevede che le somme necessarie per la loro rimborsabilità debbano essere attinte alla quota parte delle somme assegnate dalla Regione per il finanziamento dei livelli essenziali di assistenza.
Nel corso della seduta, la Commissione ha poi votato a maggioranza l’atto della Giunta regionale sui criteri e modalità di riparto delle risorse statali e regionali nel triennio 2017-2019 per la prevenzione e il contrasto alla violenza di genere nelle Marche.
Comunicato stampa Consiglio regionale Marche (S. G.)