Cantiano, più di mezzo milione di investimenti sull’edilizia scolastica

Così l’amministrazione comunale: “Sono finanziamenti ministeriali e regionali extra bilancio”. Il vice sindaco Sebastiani: “Aver conseguito importanti traguardi a beneficio dell’intera comunità è fonte di grande soddisfazione”

La scuola media di Cantiano

Con la pubblicazione del decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze il 14 marzo, sono stati attribuiti gli spazi finanziari per l’annualità 2017; si tratta di 700 milioni di euro, di cui 300 per opere di edilizia scolastica, che gli enti locali, tra cui il Comune di Cantiano, potranno spendere in deroga agli equilibri di bilancio. Le risorse per gli interventi di efficientamento energetico, su entrambi gli edifici scolastici, sono state ottenute attraverso la partecipazione al bando promosso dal Ministero dell’Ambiente “Fondo Kyoto” che, esaminata la documentazione, ha approvato la concessione di un finanziamento a tasso agevolato (0,25%) il 21 dicembre 2016. “Così continuiamo a investire sul futuro della nostra comunità”, fanno sapere con soddisfazione dall’amministrazione comunale di Cantiano aggiungendo: “Sono finanziamenti ministeriali e regionali extra bilancio”. Nello specifico il vice sindaco e assessore alla cultura Mirko Sebastiani puntualizza: “Aver conseguito importanti traguardi a beneficio dell’intera comunità, soprattutto in quella che è stata sempre una priorità assoluta come la sicurezza degli edifici scolastici, è fonte di grande soddisfazione, averlo fatto con un gruppo di giovanissimi consiglieri capeggiati da un sindaco trentenne è ancor più gratificante e lascia ben sperare per il futuro. L’attuazione di queste buone prassi amministrative è stata possibile non solo grazie all’incessante dialogo con altri livelli istituzionali senza il quale non avremmo mai potuto reperire le risorse necessarie agli interventi, ma anche grazie alle numerose forme di collaborazione istaurate con associazioni di volontariato locale  e  al prezioso apporto di un comitato di genitori che ci ha sempre sostenuto nella faticosa edificazione di  quella che ci piace definire ‘comunità educante’”. Entriamo nel dettaglio degli interventi, che prevedono una riduzione dei consumi energetici con conseguente risparmio economico oltre agli incentivi del conto termico: scuola elementare-materna – interventi per 234.860 euro con sostituzione degli attuali impianti termici con nuovi sistemi a pompa di calore della potenza complessiva di 240 kw; installazione impianto fotovoltaico da 15 kw; sostituzione dei sistemi di illuminazione interna con led ad alta efficienza. Scuola media – interventi per 132.230 euro per sostituzione dell’attuale impianto termico con nuovo sistema a pompa di calore della potenza complessiva di 88 kw; installazione impianto fotovoltaico da 19,5 kw; sostituzione dei sistemi di illuminazione interna con led ad alta efficienza. “In questi giorni poi è avvenuta l’aggiudicazione, da parte della S.u.a. Provincia Pesaro-Urbino, dei lavori relativi alla sostituzione degli infissi della scuola elementare-materna per un importo di 190.254 euro (finanziamento a fondo perduto ottenuto dalla Regione Marche), interventi che partiranno al termine dell’anno scolastico”, spiegano dall’amministrazione comunale. Chiosa finale con l’assessore Sebastiani: “Per concludere ci piace mettere in evidenza un aspetto che riteniamo determinante, mentre in questi anni abbiamo sentito parlare troppo spesso di tagli e contenimento della spesa pubblica da parte delle varie riforme scolastiche, nella nostra piccola realtà siamo riusciti a mettere in moto meccanismi che al contrario  guardano alla formazione dei nostri ragazzi, e agli investimenti sul capitale umano, come aspetti fondamentali per crescita e sviluppo”.