Sci, la baby cagliese Sofia Sabbatini verso la finale del Trofeo Pinocchio

La piccola sciatrice dell’Asd Monte Catria raccontata dalla mamma Federica Toccacieli: “Ha le idee chiare sin dalla prima volta che ha messo gli sci”

C’è chi da piccolo sogna di diventare un astronauta, molte bambine guardano con ammirazione le star di Hollywood, mentre per i maschietti spesso l’obiettivo numero uno è la carriera da calciatore. Per la cagliese Sofia Sabbatini invece no. Lei da quando ha 4 anni e mezzo ha un chiodo fisso: diventare maestra di sci. Tutto possibile grazie a una famiglia e una squadra, l’Asd Monte Catria, che la sostengono e la spingono giù nelle discese. A raccontare la storia di Sofia, che nel frattempo è cresciuta, ha 13 anni, ma coltiva ancora lo stesso sogno, è la madre Federica Toccaceli: “Ha le idee chiare sin dalla prima volta che ha messo gli sci. Appena sono iniziati i corsi sul Monte Catria, l’abbiamo iscritta insieme al fratellino Tommaso, dove sono stai istruiti molto bene da Giovanni Garizia, Giuliano Geli e il povero Roberto Ceccarelli – confida Federica, che ricorda ancora la prima gara di Sofia – due anni fa a Sarnano, nella gara regionale arrivò quarta sfiorando il podio”. Ma il sogno e la passione di Sofia non si infrangono certo a pochi centesimi dal podio: “Quest’anno abbiamo riprovato ed è andata meglio: sempre a Sarnano, lo scorso 12 febbraio, nelle prove selettive Umbria-Marche, Sofia è arrivata terza e questa volta c’è salita sul podio”. Un successo inaspettato, un bronzo che consente alla cagliese di partecipare al prestigioso Pinocchio sugli sci, una delle cinque gare del Circo bianco, competizioni tra le più importanti per i ragazzi under 15: 1200 i partecipanti da ogni angolo d’Italia. Guai a pensare che sognare da piccoli non comporti sacrifici: allenamento 2 volte a settimana, con sveglia alle 5 e rientro a casa alle 18, con i compiti di scuola ad attendere Sofia. “Solo una vera appassionata riesce a fare questi sacrifici. In cuor nostro – conclude la mamma di Sofia – speriamo che riesca a realizzare i suoi sogni e che la sua passione la porti lontano. Io, mio marito David, Sofia e il fratellino Tommaso ringraziamo lo staff dell’Asd Monte Catria che ci è sempre vicino”. Staff composto da Rino Musilli, Mirko Ravaioli, Gianluca Marochi, Michele Oradei, Mattia Pedana e Loris Tagliatesta. Veloce, ancor più dei suoi sogni, Sofia si prepara all’appuntamento sulle piste dell’Abetone in programma il prossimo 29 marzo.