La Regione approva il piano triennale della cultura, tra le priorità la via Flaminia

salus
Il vice presidente del Consiglio regionale: “La Fano romana una priorità. Ma anche la tutela e la valorizzazione della via Flaminia nel territorio della Provincia di Pesaro Urbino per un ammontare di 310mila euro”

Investire in cultura fa bene alle Marche.” Così il vice presidente del Consiglio regionale, Renato Claudio Minardi, dopo l’approvazione avvenuta oggi in Consiglio regionale, del Piano triennale della Cultura 2017 – 2020.

Un Piano – ha detto Minardi – che ha come primario obiettivo quello di coinvolgere tutti i soggetti interessati, istituzionali e privati, nella programmazione delle attività e degli interventi culturali quali fonti di sviluppo economico e sociale della regione. Tra le azioni prioritarie a tutela del patrimonio marchigiano la conferma del finanziamento di centottantamila euro per le annualità 2017 e 2018, per la manutenzione, il restauro e la valorizzazione del teatro romano di Fano, che è a pieno titolo tra i dieci progetti individuati dalla Regione che sono in capo al Ministero”.

Minardi, che è componente della Commissione Cultura della Regione, ha fatto sì che nel Piano triennale 2017 – 2020 fosse inserita un’ulteriore opportunità di finanziamento regionale per il teatro romano fanese attraverso l’impegno ad individuare risorse, nei prossimi bilanci regionali, atte a valorizzare il sito archeologico.

Il teatro – ha affermato Minardi – che è per ampiezza tra i più grandi della regione è attualmente oggetto di due interventi. Uno di manutenzione e restauro ad opera della Soprintendenza delle Marche e l’altro del Comune di Fano per l’acquisto dell’area indispensabile ad una riqualificazione degli spazi e al loro utilizzo. Con ulteriori fondi individuati dalla Regione Marche si potrà dare impulso agli interventi in atto e contribuire a raggiungere l’obiettivo di poter disporre del sito archeologico ai fini turistici e culturali”.

Tra i dieci interventi inseriti nel Piano triennale della Regione vi è anche la “tutela e valorizzazione della via Flaminia nel territorio della Provincia di Pesaro Urbino per un ammontare di trecentodieci mila euro, sempre per il 2017 e 2018.

Fano romana – conclude Minardi – rappresenta una, se non la principale, radice culturale su cui è cresciuto e si è sviluppato il patrimonio di conoscenze della nostra città ma anche un importantissimo elemento di promozione turistica. Per questo è fondamentale investire e promuovere un’area archeologica che da un lato accresce il senso di appartenenza e legame di una comunità e dall’altro rappresenta un importante volano per l’economia locale.”

Confermati tra gli eventi ritenuti prioritari e di respiro regionale e nazionale, la rete lirica della Fondazione Teatro della Fortuna, Fano Jazz Festival e Passaggi Festival.

Minardi ha anche proposto la predisposizione di un testo unico regionale per la cultura che inglobi le numerose leggi oggi in vigore ed innovi l’approccio alle politiche culturali. Un atto di semplificazione normativa per una maggiore efficacia legislativa in un settore fondamentale per l’economia e la comunità marchigiane.