Gli studenti incontrano i detenuti per conoscere una realtà tutta nascosta

Quinto liceo 2017

Alunni della quinta liceo di Scienze Umane del Donati di Fossombrone e detenuti del locale carcere a massima sicurezza. Hanno prima letto in separata sede il libro “Il profumo” di Patrick Suskind. In seconda battuta si sono incontrati con i reclusi. “Il progetto – spiega la professoressa Sonia Paradisi – si propone di avvicinare gli studenti delle classi terminali ad una realtà dimenticata, spesso nascosta, alle persone che vivono ‘fuori’ al fine di fornire loro maggior consapevolezza verso la silenziosa quotidianità, le esigenze, i sentimenti delle persone che popolano questo mondo buio. Abbiamo cercato di fornire un inquadramento generale delle principali dinamiche psico-relazionali riguardanti il contesto carcerario”.