Pergola: ladri in fuga speronano l’auto dei carabinieri, tre arrestati

Ladri in fuga hanno speronato i carabinieri. Due sono stati arrestati subito, uno più tardi. Il quarto ha fatto perdere le tracce. Era giunta segnalazione agli uomini dell’Arma di un paio di furti. L’auto descritta nei particolari da qualcuno della zona dove i malviventi avevano operato è stata intercettata dai carabinieri. I quattro a bordo non si sono fermati. Hanno proseguito la corsa. L’impatto con il mezzo dei CC è stato inevitabile. I carabinieri hanno bloccato l’auto dei ladri. Azione che ha permesso di fermare due (un uomo e una donna) della quatto persone, mentre altri 2 uomini, scesi dall’auto sono fuggiti nei campi adiacenti Dopo lunghe ricerche hanno ritrovato uno dei fuggitivi. Dei tre fermati una è una donna sui 40 anni di etnia rom. Sembra che la banda provenga dal Lazio. A seguito dello scontro si sono resi necessari gli accertamenti in ospedale per due uomini dell’Arma e due della banda: un uomo e una donna. Pessimo segnale. Quanto accaduto conferma che le imprese malavitose si stanno propagando anche nell’entroterra. Il sindaco di Pergola Francesco Baldelli, chiamato dai cittadini sul luogo, tiene a ringraziare gli uomini dell’Arma: “Il più sentito ringraziamento, a nome mio e di tutta la città, ai nostri uomini della locale stazione dell’Arma dei carabinieri di Pergola, ai carabinieri Antonio Sciamanna e Fabio Aliventi, al maresciallo Stefano Di Summa e al capitano Alfonso Falcucci per la prontezza e il coraggio dimostrato ancora una volta”.