Domenica a Loreto la terza edizione della festa per le pro loco delle Marche

Il vice presidente del Consiglio regionale Renato Claudio Minardi: “Sono 220 le pro loco delle Marche, con 18 mila iscritti. Un esercito di volontari, sempre in prima linea, che mette a disposizione il proprio tempo per la comunità e per il territorio”

Il vice presidente del Consiglio regionale Renato Claudio Minardi ha preso parte questa mattina a Palazzo Raffaello alla conferenza stampa per la presentazione della “Festa per le Pro Loco delle Marche”. L’evento, giunto alla sua terza edizione, si svolgerà domenica 12 marzo a Loreto. “Sono 220 le pro loco delle Marche, con 18 mila iscritti. A livello nazionale sono 6mila, con 600mila soci – ha evidenziato Minardi – Un esercito di volontari, sempre in prima linea, che mette a disposizione il proprio tempo per la comunità e per il territorio. Rappresentano una realtà straordinaria che si occupa di valorizzazione a trecentosessanta gradi, promuovendo il turismo, la cultura, il patrimonio artistico, il paesaggio e l’enogastronomia”. Sono oltre 100 le pro loco che hanno confermato la partecipazione alla festa regionale, 60 saranno i sindaci con i gonfaloni. Tra le comunità rappresentate, anche molti paesi colpiti dal terremoto. “La festa è un evento celebrativo, ma anche un’occasione per stare insieme, consolidare il senso di appartenenza e soprattutto fare squadra in un momento difficile per la nostra regione colpita dal sisma. Abbiamo bisogno di rilanciare il turismo e credo che creare sinergie tra tutti i soggetti che valorizzano il territorio e le sue eccellenze sia una scelta strategica – sostiene Minardi – Il ruolo svolto dalle pro loco nella promozione dei prodotti enogastronomici è insostituibile e la proposta di legge dedicata alle sagre di qualità che ho elaborato e di cui sono primo firmatario riconosce l’importanza di questi eventi e ne definisce le caratteristiche. A breve la pdl sarà calendarizzata e discussa in Consiglio regionale”.