Mombaroccio, arte contemporanea nella Chiesa di San Marco

Da sinistra Bartocetti, Tagliolini, Fattori e Vichi

La Pro loco di Mombaroccio ospiterà nella chiesa di San Marco una serie di mostre d’arte contemporanea che vedranno come curatore Lorenzo Fattori e per protagonisti artisti del territorio, con particolare attenzione ai giovani emergenti. La chiesa di San Marco è l’ingresso per accedere al Museo di Arte sacra e al Museo di Arte contadina: la presenza di un ciclo espositivo d’arte contemporanea potenzia dunque e completa l’offerta culturale, accogliendo i turisti che vogliono accedere ai musei e al tempo stesso fidelizzando il pubblico locale, che si vedrà stimolato a rinnovare la visita in occasione di ogni nuovo evento. L’iniziativa, che vede il patrocinio della Provincia di Pesaro e Urbino e del Comune di Mombaroccio, è stata presentata in conferenza stampa dal presidente Daniele Tagliolini, dal sindaco di Mombaroccio Angelo Vichi, dal presidente della pro loco di Mombaroccio Damiano Bartocetti e dal curatore delle mostre Lorenzo Fattori.

Il 5 MARZO AL VIA CON “IL PRIMATO DEL DISEGNO”

Si parte domenica 5 marzo, con l’inaugurazione, alle ore 11, della mostra “Il primato del disegno”, una collettiva degli artisti del territorio provinciale Anna Rosa Basile, Elvia Bertuccioli, Giordano Perelli, Alceo Pucci, che riecheggia nel titolo le teorie del critico toscano Giorgio Vasari il quale, nel suo capolavoro di biografie artistiche, mette in risalto il primato del disegno. “Oggi, nel mondo dell’arte – ha spiegato Lorenzo Fattori – il disegno è molto spesso dimenticato, trascurato a favore dell’istintivismo gestuale. La mostra porterà alla riscoperta del disegno, che deve essere alla base di ogni artista, a prescindere dalla scelta di seguire una poetica figurativa, astratta o informale. Anna Rosa Basile proporrà disegni a pastello e china dove il segno è così duro e preciso da diventare quasi un’incisione della carta, Elvia Bertuccioli mostrerà sanguigne dove è solo la linea a formare le figure, un elegante arabesco, Giordano Perelli mostrerà incisioni in cui è presente una commistione tra studio della nostra arte figurativa storica e realtà contemporanea. Anche nelle opere di Alceo Pucci, caratterizzate per la bellezza delle superfici pulite ed essenziali, emerge prepotentemente ed è protagonista la linea”. All’inaugurazione interverranno, oltre agli artisti, il sindaco di Mombaroccio Angelo Vichi, il presidente della Pro loco Damiano Bartocetti ed il curatore Lorenzo Fattori.

Nel corso dell’anno saranno protagonisti: Severo Feduzi – Alessandro Tonti (aprile), Rita Benini (luglio), Adriano Orciari (agosto), Martino Conti (settembre), Lucia Spagnuolo – Muzio Piccioni (ottobre), Accademia AIIA (novembre), Antonio Remonti (dicembre – gennaio, a cura di Daniele Taddei). A maggio, in occasione della “Festa degli alberi”, come consuetudine le scuole del territorio allestiranno una mostra sul tema della manifestazione, mentre a giugno è prevista una mostra documentaria dedicata al 50° anno della Pro loco di Mombaroccio.

IL LAVORO DI 200 VOLONTARI

“Questa ed altre iniziative – ha spiegato Damiano Bartocetti – sono possibili grazie al lavoro di 200 volontari che all’interno della pro loco mettono anima e corpo nelle varie iniziative. Abbiamo voluto programmare queste mostre con cadenza mensile per dare un valore aggiunto ai nostri musei, mettendo in risalto soprattutto artisti del territorio”.  Come evidenziato dal sindaco di Mombaroccio Angelo Vichi, “l’arte e la cultura sono aspetti sui quali puntiamo nell’arco di tutto l’anno e la pro loco è il motore attraverso il quale il Comune può dar vita a tante iniziative”. Sul valore dell’arte come elemento di crescita trasversale si è soffermato il presidente della Provincia Daniele Tagliolini. “Dobbiamo fare in modo che l’arte arrivi a tutti i cittadini, farla entrare nella nostra quotidianità. Questi modelli devono essere replicabili su tutto il territorio e sono importanti anche le forme di collaborazione con le scuole”.

ORARI E INFORMAZIONI

La chiesa di San Marco ed i Musei sono aperti nel periodo invernale sabato e domenica dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 18, nel periodo estivo tutti i giorni con orario 9.30-12.30 e 15-19. Aperture straordinarie potranno essere richieste allo 0721 470799 o via e-mail a: proloco_mombaroccio@libero.it. Info: www.prolocomombaroccio.it, dove verranno pubblicati gli aggiornamenti sui singoli eventi. Per essere informati sulle prossime mostre d’arte contemporanea ci si può iscrivere alla  mailing list scrivendo  a: lorenzo@candelara.com.