Al Bramante la commedia esilarante di Clementi e la storia di Mattei

Sabato 4 alle ore 21.15 va in scena “Finché vita non ci separi” – ovvero w gli sposi di Gianni Clementi con la regia di Vanessa  Gasbarri. Mercoledì 15 marzo, sempre alle ore 21.15, spazio a “Mattei, petrolio e fango” di Giorgio Felicetti (regia) e Francesco Niccolini

Due appuntamenti di grande richiamo al teatro Bramante nella prima quindicina del mese di marzo. Sabato 4 alle ore 21.15 va in scena “Finché vita non ci separi” – ovvero w gli sposi di Gianni Clementi con la regia di Vanessa  Gasbarri, protagonisti Giorgia Trasselli e Enzo Casertano. Commedia dalla scoppiettante ironia e al contempo capace di fornire interessanti spunti di riflessione, quanto mai di attualità. Esiste ancora un modello univoco di “famiglia tradizionale”?. Oppure affetto, sentimento e complicità non conoscono barriere? Lo scopriamo in uno spettacolo intenso, divertente e ricco di colpi di scena, con due protagonisti trascinanti come Giorgia Trasselli ed Enzo Casertano, accompagnati in scena dai giovani e talentuosi Federica Quaglieri, Luigi Pisani e Alessandro Salvatori. Altro appuntamento da non perdere al Bramante mercoledì 15 marzo, sempre alle ore 21.15 con “Mattei, petrolio e fango” di Giorgio Felicetti (regia) e francesco Niccolini. Un lavoro teatrale d’inchiesta. “Mattei” è la storia di un ragazzo nato e vissuto nelle Marche che ben presto parte per Milano, partecipa alla Resistenza, nel dopoguerra fa rinascere l’Agip e fonda l’Eni, rivoluzionando la politica energetica nazionale ed internazionale prima di morire misteriosamente in un incidente aereo nel 1962. Lo spettacolo di Giorgio Felicetti racconta un Mattei di sconvolgente attualità, e getta una nuova, inquietante luce, su questa morte annunciata, primo tragico capitolo di quello che Pier Paolo Pasolini definisce il “romanzo delle stragi”.