Missione “abbattere le liste di attesa”. Le tre aziende ospedaliere delle Marche impegnate per aumentare le prestazioni 12 ore al giorno

Anche l’Asur, grazie alle assunzioni, ha prolungato gli orari per le prestazioni nelle sue strutture. In particolare, per esempio, negli ospedali di Pesaro e Fano rispetto al 2016, l’incremento dell’offerta di Tac permetterà di soddisfare 60 pazienti in più alla settimana. Analoga l’attività della Risonanza magnetica di Pesaro e Fano: 9 sedute settimanali in più, rispetto al passato, per soddisfare 48 nuovi pazienti

Gli ospedali Riuniti di Torrette ed Inrca (che riprenderà dal mese di marzo) sono attivi già dallo scorso anno, da gennaio Marche Nord ha messo a disposizione le macchine per la diagnostica per immagini tutti i giorni dalle 8 alle 20 compreso il sabato dalle 9 alle 14. “Un impegno preso in campagna elettorale e mantenuto – spiega il presidente Luca Ceriscioli – un incremento delle prestazioni reso possibile grazie alle nuove assunzioni e agli investimenti realizzati lo scorso anno. Un anno, quello del 2016, che ha visto nel sistema sanitario un’iniezione di professionisti e di investimenti come non si vedeva da tanti anni. Una svolta dovuta anche all’applicazione della riforma del sistema sanitario che ci ha permesso di fare le assunzioni in deroga utili anche a prolungare le ore per radiologi e medici. Con questo vogliamo dare un ulteriore scatto per abbattimento liste di attesa, per dare una risposta, certamente non risolutiva ma concreta, ai bisogni di salute del nostro territorio”. Anche l’Asur, grazie alle assunzioni, ha prolungato gli orari per le prestazioni nelle sue strutture. In particolare, per esempio, negli ospedali di Pesaro e Fano rispetto al 2016, l’incremento dell’offerta di Tac permetterà di soddisfare 60 pazienti in più alla settimana, per un totale annuo, in previsione, di 2.500/3000 Tac. Analoga l’attività della Risonanza magnetica di Pesaro e Fano, anche queste aperte mattino e pomeriggio: 9 sedute settimanali in più, rispetto al passato, per soddisfare 48 nuovi pazienti. Se il numero lo spalmiamo sull’anno, il 2017 si chiuderà con oltre 2000 risonanze magnetiche. Scatto in avanti anche per Ecografie e Mammografie: 2 sedute in più di ecografie alla settimana a Pesaro, con 25 Eco in più per le urgenze a breve – da eseguire entro 10 giorni – e differibili – entro 30-60 giorni, per un incremento annuo di circa 1.200 prestazioni, e una seduta aggiuntiva di mammografia clinica il martedì, con un incremento di 20 pazienti a settimana (aumento annuo stimato di circa 1.000 esami).

Ufficio stampa Regione Marche