Il Fai di Pesaro Urbino visita le bellezze di San Lorenzo in Campo

Il teatro “Mario Tiberini” di San Lorenzo in Campo è sempre più meta di visitatori e turisti. Dopo il record di visite nel 2016 e di presenze durante l’ultima stagione teatrale, per il secondo anno consecutivo l’affascinante teatro laurentino è stato scelto dalla delegazione del Fai di Pesaro Urbino (Fondo Ambientale Italiano) come meta di visita. La fondazione nazionale ha l’obiettivo di promuovere in concreto una cultura di rispetto della natura, dell’arte, della storia e delle tradizioni d’Italia e tutelare un patrimonio che è parte fondamentale delle nostre radici e della nostra identità. Gli iscritti del Fai provinciale sabato (18 febbraio) hanno visitato il “Tiberini” e le altre bellezze di San Lorenzo in Campo, dall’abbazia benedettina, fra i monumenti romanico-gotici più belli esistenti nelle Marche, al museo archeologico del territorio di Suasa, dal palazzo Della Rovere al Museo delle Terre Marchigiane, in occasione del secondo appuntamento della stagione di prosa promossa dall’amministrazione comunale e dall’Amat con protagonista Tullio Solenghi. Grazie alla rapporto diretto ed alla collaborazione che abbiamo instaurato con la delegazione provinciale – evidenzia soddisfatto il sindaco Davide Dellonti – gli iscritti del Fondo Ambiente Italiano sono tornati a trovarci in concomitanza dello spettacolo a teatro con Solenghi. E’ per noi motivo di grande orgoglio far conoscere i nostri gioielli, sempre più apprezzati come testimonia il numero di visitatori e turisti in costante crescita. Un particolare ringraziamento alla nostra pro loco e a Lorenzo Bonafede per la disponibilità e collaborazione, e alla presidente del Fai provinciale Fiammetta Malpassi. Investire risorse e sforzi progettuali anche nei settori del turismo e della cultura è fondamentale per un Comune come il nostro. Altri importanti progetti e prestigiose collaborazioni, ad esempio per quanto riguarda il ‘Paese della Musica’ verranno presentati a breve, sempre con l’obiettivo far crescere il nostro paese”.