Sgominata dalla polizia la banda che assaliva i distributori di carburante

salus

Agenti Squadre Mobili di Pesaro e Rieti e del Commissariato di P.S. di Fano hanno tratto in arresto in flagranza del reato di furto aggravato, cinque cittadini rumeni, di età compresa fra i 26 ed i 39 anni, tutti con dimora nella zona di Roma e già noti alle Forze dell’Ordine. la banda era specializzata in furti ai danni di aree di servizio stradali e distributori dI carburanti. Aveva già imperversato nel Lazio. A seguito dei servizi predisposti dai poliziotti non appena la banda si é spostata sul fanese é iniziato il pedinamento. In località Metaurilia di Fano, i malviventi hanno armeggiato attorno alle due colonnine dei self service estranedo le banconote con l’impiego di palette in plastica rigida, costruite artigianalmente, alle cui estremità era stata applicata della  carta adesiva per un bottino di 1.830 euro. L’improvviso sopraggiungere di una vedetta della vigilanza privata, spingeva i malviventi ad abbandonare repentinamente l’area di servizio  dileguandosi nei campi, per braggiungere il casello autostradale di Marotta, dove li attendeva un complice alla guida di una potente BMW. Al casello di Pesaro l’auto veniva bloccata dai poliziotti che arrestavano i cinque della banda. La perquisizione della vettura portava al rinvenimento dell’intero bottino, di vari arnesi da scasso e di un manganello telescopico in acciaio, del quale è vietato il porto. Successivamente, lungo il tratto di campagna percorso a piedi dagli arrestati per allontanarsi dal distributore, veniva rinvenuta una delle palette utilizzate per prelevare le banconote dalla cassa. I cinque romeni venivano associati alla casa Circondariale di Villa Fastiggi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.