Nicolucci: “Lo sviluppo passa per un lavoro partecipato”

Il turismo e le risorse locali elementi chiave in prospettiva: gli obiettivi illustrati dal primo cittadino apecchiese

Il Comune di Apecchio ha adottato il metodo della pianificazione strategica per la programmazione dello sviluppo locale attraverso la partecipazione, la discussione e l’ascolto. “Con una serie di conferenze strategiche – sottolinea il sindaco Vittorio Nicolucci – si cerca un confronto fra amministratori e attori economici, sociali e cittadini per definire possibili linee di sviluppo che diventino progetti concreti. Una modalità operativa che mette al centro la comunità valorizzando la solidarietà, l’identità, le relazioni interpersonali con le istituzioni. Un confronto ampio. Il primo tema trattato in con questo metodo è relativo alla realizzazione di un campus scolastico con l’utilizzo degli edifici scolastici comunali”. “Ora si è aperta la discussione sul tema del turismo – prosegue il sindaco – che l’amministrazione considera un elemento importante per lo sviluppo economico e territoriale. Grazie al lavoro dei consiglieri Giorgio Pisciolini e Massimo Cardellini vogliamo dar voce ai protagonisti della realtà locale, con interviste e incontri per individuare aspettative e bisogni. Grazie a queste analisi individueremo gli assi di intervento e gli obiettivi strategici che saranno trasferiti ai gruppi di lavoro che definiranno le azioni prioritarie. Analizzeremo il settore turistico e ricettivo locale, le iniziative di marketing territoriale e l’organizzazione di manifestazioni ed eventi”. “Al momento – conclude Nicolucci – per noi è importante ampliare la stagione turistica per attrarre visitatori in diversi periodi dell’anno, con la valorizzazione di tutte le risorse locali, in particolare le bellezze naturali. Gli appassionati di trekking, mountain bike e torrentismo sono il nostro target primario. Infatti per queste attività all’aria aperta i mesi di settembre e ottobre sono un periodo ideale. Al servizio di strutture e operatori c’è l’ufficio Iat, completamente rinnovato e operativo come punto di coordinamento e riferimento locale legato al territorio. Abbiamo attivato anche una collaborazione con un tour operator per presentare l’offerta turistica completa verso il nord Europa. Il bilancio della scorsa stagione è stato buono con un’accoglienza di qualità per turisti e visitatori. È ora necessario migliorare proseguendo con fiducia in questa direzione”.