Consiglio regionale, iniziative per le nuove generazioni

salus

Per il consigliere segretario, Mirco Carloni, “puntare su giovani e bambini per una migliore organizzazione di un territorio comune significa avere un obiettivo di prospettiva nell’agenda di governo”. “Si avverte – ha aggiunto – una diffusa emergenza educativa che scuola e istituzioni hanno il compito di colmare”

Uno sguardo sempre più attento alle nuove generazioni. E’ con questo spirito che l’intero Ufficio di presidenza dell’Assemblea legislativa ha presentato, questa mattina, a Palazzo Marche, nel corso di una conferenza stampa, la proposta di legge sulle “città sostenibili amiche dei bambini e degli adolescenti” e il progetto “Conoscere il Consiglio regionale”. “Due iniziative – ha detto in apertura il presidente del Consiglio regionale, Antonio Mastrovincenzo – che testimoniano l’assoluta unità di intenti dell’Ufficio di presidenza rispetto ad un tema che ci sta particolarmente a cuore, cioè quello del pieno coinvolgimento dei giovani e dei bambini sulle scelte che li riguardano da vicino”. La proposta di legge (che verrà depositata entro domani) ed il progetto (attivo già a partire dal presente anno scolastico) si aggiungono ad altre significative esperienze partecipative, quali le Giornate dedicate ai temi della Pace e della Legalità, alla Memoria e al Ricordo, e al consolidato successo delle “visite guidate in Aula” (circa trenta le classi in visita dall’inizio della legislatura e centinaia i ragazzi coinvolti). “Tutto questo – ha aggiunto Mastrovincenzo – al fine di accrescere la consapevolezza dei giovani che possono essere protagonisti all’interno delle comunità in cui vivono”. E’ spettato al vicepresidente Renato Claudio Minardi entrare nel merito della proposta di legge. “Una scelta di civiltà – l’ha definita – affinché le città si possano sviluppare ed organizzare tenendo conto delle esigenze di tutti, special modo delle fasce più deboli”. Minardi ha evidenziato gli aspetti del disegno di legge relativi alla creazione di una rete di città che si pone l’obiettivo comune di tener conto delle necessità delle nuove generazioni, all’organizzazione di iniziative di sensibilizzazione e coinvolgimento dei giovani nell’ambito della Giornata nazionale dell’Infanzia e dell’Adolescenza, al ruolo guida del Garante regionale, alla creazione di un Logo speciale da attribuire alle città “amiche dei bambini”. Per il consigliere segretario, Mirco Carloni, “puntare su giovani e bambini per una migliore organizzazione di un territorio comune significa avere un obiettivo di prospettiva nell’agenda di governo”. “Si avverte – ha aggiunto – una diffusa emergenza educativa che scuola e istituzioni hanno il compito di colmare”. Viva soddisfazione è stata espressa dalla vicepresidente Marzia Malaigia che ha illustrato i contenuti del progetto “Conoscere il Consiglio regionale”: alle visite guidate in Aula durante i lavori assembleari si aggiungono le visite a Palazzo Marche (sede dell’Assemblea legislativa) con particolare evidenza per la Biblioteca e la Cittadella della Cultura, la cui inaugurazione è stata fissata per il 10 marzo prossimo. Sono, poi, previsti laboratori e incontri con scrittori, fotografi e artisti della regione e l’attivazione di un concorso per cicli scolastici finalizzato alla realizzazione di materiale informativo e divulgativo sulla normativa e sul funzionamento del Consiglio regionale. “Progetti di questo genere – ha aggiunto Malaigia – non sono soltanto trasmissivi, ma anche fortemente partecipativi”. Il consigliere Segretario, Boris Rapa, ha definito le iniziative “importanti per favorire la conoscenza del valore delle Istituzioni e delle loro funzioni”.

Consiglio regionale Marche (L. B.)