Cantiano, in cantiere la nuova rete di pubblica illuminazione

Nuovo progetto nel percorso di sostenibilità ambientale intrapreso dal Comune

Panoramica di Cantiano

Prosegue il percorso di sostenibilità ambientale intrapreso dal Comune di Cantiano negli ultimi anni. “Una serie di azioni di notevole beneficio ambientale, in linea con una politica di promozione della qualità del nostro territorio e, non da ultimo, con un impatto positivo sulle finanze dell’ente comunale”, dichiarano in una  nota dall’amministrazione comunale aggiungendo: “Dalla realizzazione, in modo del tutto pubblico, dell’impianto fotovoltaico ‘Casa dei Tosi’ avvenuta nel 2011, agli interventi di efficientamento delle strutture pubbliche (con particolare riferimento agli edifici scolastici) già realizzati e a quelli in cantiere (nuovi infissi della scuola elementare-materna  e futura sostituzione caldaie a gasolio e illuminazione interna), dal raggiungimento del 75% di raccolta differenziata a seguito dell’implementazione del servizio porta a porta dell’indifferenza, all’installazione della ‘Casetta dell’Acqua’, molto apprezzata dai cittadini cantianesi per la qualità della risorsa idrica e con il vantaggio ambientale della drastica riduzione dei rifiuti derivanti dall’imballaggio in plastica, arriviamo ora alla prima fase del processo di riqualificazione ed efficientamento di tutta le rete di pubblica illuminazione”. E’ di questi giorni infatti il via libera, a seguito di affidamento con procedura di gara aperta, allo studio preliminare, censimento della rete di pubblica illuminazione e redazione del piano luce, che terminerà con la messa a gara di un progetto di sostituzione di tutti i corpi illuminanti con lampade a minor consumo energetico (tecnologia led) oltre al controllo e la successiva manutenzione di tutta le rete elettrica comunale.“Se con l’impianto fotovoltaico, che ad oggi, dopo 6 anni dall’entrata in funzione, produce ancora, in modo del tutto pulito, l’equivalente del  fabbisogno energetico di circa 300 famiglie cantianesi – prosegue la nota – il beneficio per la comunità oltre ovviamente quello ambientale, è stato quello di creare risorse dirette ed aggiuntive per l’ente (l’anno appena trascorso ha visto una produzione di 896.460 kWh con un utile netto superiore ai 150.000 euro), con il progetto di efficientamento della pubblica illuminazione l’obiettivo sarà quello di ridurre i costi di illuminazione pubblica liberando al contempo risorse nel bilancio corrente. Entrate aggiuntive da un lato, riduzione della spesa dall’altro, il tutto caratterizzato da una forte impronta ambientale: sono queste le azioni e le progettualità che occorre mettere in campo al fine di rendere il nostro Comune sempre più virtuoso”.