Bar Esso tra Cagli e Acqualagna svaligiato, sottratte sigarette per un valore di 4mila euro e monete dalle slot machine

salus

Un nuovo furto è avvenuto nella notte di mercoledì nel bar “Esso Caffè” all’interno della stazione di servizio lungo la superstrada Flaminia tra Cagli e Acqualagna. Di nuovo prese di mira slot machine e  macchina cambiamonete che è stata caricata su un’auto e ritrovata nella zona di Fossombrone come già era avvenuto nel furto di una settimana fa al Foxi Bar di Cagli. Un furto simile si era già verificato mesi fa nell’altro distributore ex IP tra Cagli e Acqualagna. E’ avvenuto in piena notte tra le 2 e le 3, 30. Il titolare del distributore Esso, Sergio Ducci, che abita non troppo distante, svegliato dal suono del telefonino collegato all’antifurto, si è subito recato nella stazione. Verso le 3,40 ha chiamato la titolare del bar Ecaterina Mosneaga di origine moldava che lo ha raggiunto. Il danno subito non è stato quantificato per quel riguarda arredi e infissi danneggiati, mentre si aggira sui 4.000 euro il quantitativo di sigarette sottratte.  Al momento non è possibile quantificare il contenuto di monete nelle due slot machine di proprietà della Center Game di Sant’Angelo in Vado. Dalle telecamere in dotazione alla stazione e al bar, s’intravedono quattro individui arrivati con due auto, con i visi travisati da cappelli, passamontagna, sciarpe e guanti. Con un’auto rubata nei pressi di Fossombrone e poi abbandonata nel piazzale, hanno sfondato la saracinesca in alluminio del locale dove c’erano le slot machine, poi con tronchesi e mazza hanno asportato il contenuto. Sul posto è intervenuta una pattuglia della Polstrada di Cagli che aveva notato la porta del bar danneggiata. Successivamente i carabinieri hanno fatto i rilievi di legge e accolto la regolare denuncia della titolare del bar che ha dichiarato di essere assicurata per questo genere di furti. Con questo nuovo episodio si allunga la lista dei furti avvenuti in vari appartamenti nel cagliese nel corso di gennaio. La gente è sempre più allarmata e il commento molto diffuso è la richiesta di incrementare  uomini e mezzi delle forze dell’ordine. E’ ormai una vecchia e triste storia, la gente ha paura.