Non versava le riscossioni cimiteriali, danno erariale per 25mila Euro

Foto di Paolo Lazzarini su Panoramio

FOSSOMBRONE Preposto alle gestione dei servizi cimiteriali a Fossombrone incassava le somme versate dagli utenti ma non provvedeva a riversarle nelle casse comunali. Il comando provinciale della Guardia di Finanza ha segnalato un danno erariale di oltre 25 mila euro. “Somme incassate e non riversate nelle casse comunali di Fossombrone – specificano i responsabili delle Fiamme Gialle – da un dipendente addetto ai servizi cimiteriali”

. E’ scattata un’altra segnalazione a carico di altre sei persone. Tra di loro un altro dipendente comunale. Le restanti cinque persone sono indagate per non aver vigilato, perché quello era il loro compito, sullo strano fenomeno che andava verificandosi e che si è protratto dal 2005 al 2013. E’ stato assodato che nella vicenda nulla hanno a che fare gli amministratori comunali che si sono succeduti al governo cittadino. A dire il vero nel mese di novembre 2013 la denuncia alla Procura della Repubblica di Urbino, nei confronti del dipendente comunale poi incriminato, veniva sottoscritta dall’allora vice sindaco in carica Michele Chiarabilli e dal caposettore competente.