Cantiano, si riaprono le storiche “porte” della Turba

10363851_904111482966019_470238206182338647_nA meno di 90 giorni dall’evento che coinvolge l’intera comunità cantianese, e malgrado la neve di gennaio, a Cantiano, c’è “aria di Turba”. Iniziano i preparativi per l’edizione 2017 della manifestazione. Si rispolverano gli storici “bauli” dove sono custoditi i materiali di scena. Entro breve, le “sarte” si metteranno all’opera per la confezione di nuovi costumi. I “tecnici” stanno programmando qualche ritocco alle scenografie. I “personaggi” e i “registi” non vedono l’ora di riprendere in mano l’amato copione che sanno già di conoscere a memoria. Per un’intera comunità è iniziata l’attesa. Lo scriveva, quasi mezzo secolo fa, Dante Bianchi, uno dei custodi della memoria della Turba moderna:

10953169_904113766299124_6594158360589513266_o“Quando in Cantiano,
cittadina dell’alto Pesarese,
l’ombra dei monti si fa meno cupa,
i venti spirano più leggeri e il clima
perde l’asprezza invernale (…)
la gente, obbedendo ad un misterioso richiamo,
si scuote, si cerca, si aduna, discute a lungo e decide:
è ora di agire,
è tempo di Turba.”

“Paradosso tutto cantianese!”


Il programma11040832_903981869645647_5532134029099062575_n

Ore 05,30 Chiesa Collegiata – Tradizionale visita delle Sette chiese
Ore 15:30 Chiesa Collegiata – Azione liturgica della Passione del Signore
Ore 20:00 Per le vie del paese – L’attesa – Laudi e canti tradizionali sui sagrati delle chiese
Ore 20:45 Piazza Luceoli – Cospirazione e tradimento di Giuda
Ore 21:00 Parco della Rimembranza – Ultima Cena
Ore 21:00 Piazza Luceoli – Momento di vita ebraica
Ore 21:45 Piazza Luceoli – Processo e condanna
Ore 22:30 Con inizio da Piazza Luceoli – Ascesa al Calvario
Ore 23:00 Colle Sant’Ubaldo – La Resurrezione
Sfilata finale dei personaggi verso la Collegiata S. Giovanni Battista