Piccini: “Arginata la situazione maltempo, ma ora le istituzioni superiori ci sostengano nelle spese”

“Un grazie a tutti coloro che si sono adoperati con grande senso civico per contenere il problema della neve” 

15978039_10205927323941773_1131951364767924182_nAnche nei centri più colpiti dal maltempo è tornata la normalità dopo un lavoro in sinergia tra amministrazioni comunali, forze dell’ordine, protezione civile. La neve ha lasciato spazio a qualche raggio di sole, le strade principali sono tutte percorribili, altre, nelle zone più montuose, presentano ancora qualche difficoltà ma alla luce delle previsioni meteo, il fine settimana dovrebbe essere caratterizzato da qualche nuvola con possibilità di pioggia, i prossimi giorni non presentano particolari problemi in fatto di viabilità e sicurezza.

15977969_10205933966147824_3735383550102702853_nTra i Comuni più bersagliati dal manto bianco senz’altro Cantiano. Il punto della situazione lo abbiamo fatto con il sindaco Alessandro Piccini: “Siamo intervenuti subito con 10 mezzi, 4 nostri e 6 dei privati. Questo ci ha permesso in un paio di giorni di tener botta a una situazione delicata. Non dimentico l’opera della protezione civile che ha consentito di sgomberare dalla neve ingressi di abitazioni di anziani, gli ingressi delle scuole, della casa di riposo e il contributo di molti volontari che si sono messi a disposizione dimostrando grande senso civico. A tutti va il grazie dell’amministrazione comunale. Così si sono evitate particolari emergenze anche se nelle zone più alte e difficili da raggiungere non sono mancati i problemi”. Un servizio efficace ma costoso immaginiamo… “Abbiamo scelto di entrare in azione con tutte le forze a disposizione vista la situazione e gli appelli. Questo comporta spese enormi. In due giorni abbiamo di fatto eroso il budget annuale destinato all’ordinaria manutenzione. Per questo faccio appello alle istituzioni superiori, Provincia e Regione, che in casi simili, devono sostenerci, altrimenti per piccole realtà come la nostra andare avanti è impresa ardua”.