Terremoto, trema l’Italia centrale

terremoto-sismografo-3bmeteo-68392Una terza forte scossa di terremoto alle 11.26 è stata avvertita in tutta l’Italia Centrale. La terra ha tremato per diversi secondi anche a Roma. In precedenza, alle 10.25, c’era stata un’altra scossa di magnitudo 5.3. Il sisma è avvenuto tra L’Aquila e Rieti, nella zona di Montereale (AQ), l’epicentro è a una profondità di 9 chilometri. Gli altri comuni vicini (entro 10 chilometri) sono Capitignano, Campotosto, Amatrice e Cagnano Amiterno. La scosse sono state sentita nel Lazio, in Abruzzo e nelle Marche ed anche a Roma, dove alcune scuole sono state evacuate per precauzione. Rispetto ai capoluoghi e alla capitale, la scossa  è avvenuta 28 chilometri a sud-ovest di Ascoli Piceno, 36 chilometri a nord dell’Aquila e 111 chilometri a nord-est della Capitale. Nei comuni di Amatrice e Accumoli, si sono verificati alcuni crolli, come nel caso di un cornicione della scuola alberghiera. Segnalati crolli anche a Cittareale e Crisciano. “Al momento non ci risultano persone sotto le macerie – fa sapere il prefetto Bruno Frattasi, comandante dei vigili del fuoco – Ma stiamo verificando con unità cinofile ed elicotteri subito partiti in volo dopo la scossa”.