Acqualagna, questa sera poesia dialettale nel ricordo di Maria Conti

salus

Omaggio a Maria Conti, autrice di “Misticanza marchigiana”: lettura alle ore 18

foto maria conti e poesiaQuesta sera presso il mercato coperto si terrà la nona serata di poesia dialettale acqualagnese dedicata alla poetessa Maria Conti, autrice di “Misticanza marchigiana”, raccolta delle sue poesie e dei suoi racconti. Alle ore 18 ben dieci “poeti” rigorosamente locali leggeranno le loro poesie. A tutti sarà offerto un premio per la partecipazione. Alle ore 20 sarà servita una cena dal ristorante “Il tartufo”. I conduttori-organizzatori sono Walter Bacciaglia, Gianfranco Mangani e Luca Lisi (vice sindaco e assessore alla cultura). Tutto sotto l’egida dell’amministrazione comunale (che ha offerto i premi insieme a Piergiorgio Marini) e della pro loco. Dicevamo, un premio per tutti nell’occasione rispetto alle passate edizioni, quando si assegnava anche un riconoscimento particolare ai migliori. L’anno passato sono stati Stefano Gennari per la categoria “foresteri” e Giuseppina Gamba per la categoria “acqualagnesi” i vincitori dell’ottava edizione. Una serata all’insegna del dialetto come patrimonio da conservare perché il dialetto fa parte del bagaglio culturale che ognuno di noi porta sulle spalle ed è l’inevitabile segno che ci fa dire che apparteniamo ad un certo luogo, ad un certo tempo e che ci identifica e ci colloca nel posto preciso della nostra storia personale. Il dialetto rappresenta la nostra etichetta, le nostre radici, la nostra carta d’identità. Il dialetto inteso come lingua è il mezzo che identifica tutto: i soprannomi, i rioni, le località. Ben vengano serate come questa.