Il sindaco Alessandri a casa: “Grazie all’equipe del San Salvatore e non dimentico l’affetto della gente”

Le prime dichiarazioni del primo cittadino cagliese all’uscita del nosocomio pesarese: “Grazie a tutti”

alberto-alessandri-sindaco-cagliDopo il ricovero al San Salvatore di Pesaro, nella tarda mattinata di oggi, è tornato a casa unendosi di nuovo alla moglie ed ai tre figli, il sindaco di Cagli Alberto Alessandri. Un ricovero avvenuto dopo il malore improvviso accusato la settimana scorsa nella palestra della città e poi trasportato d’urgenza al reparto di cardiologia di Pesaro. Successivamente è stato sottoposto ad un intervento di angioplastica e alle cure del caso.

ospedalepesaroLo abbiamo sentito per telefono e ci ha rilasciato una breve dichiarazione: “Al San Salvatore mi hanno accolto e curato – continua Alessandri – nel migliore dei modi, ringrazio moltissimo tutti nel reparto, medici e personale ospedaliero. Ora mi concederò un po’ di riposo con la mia famiglia e dopo la mia convalescenza, continuerò a portare avanti l’impegno che ho preso con la mia città. So che gli uffici, colleghi di giunta e consiglieri stanno comunque ben lavorando alla stesura del bilancio per il programma del prossimo biennio di metà mandato. Mi sono state date dai medici delle indicazioni da mettere in atto sullo stile di vita ed alimentazione che cercherò di seguire come mi hanno prescritto oltre a sottopormi  saltuariamente ad altri controlli e cure di routine. Colgo l’occasione anche per ringraziare tutti coloro che in questi giorni mi hanno telefonato, inviato messaggi e i tanti scritti sui social, manifestando il loro affetto e vicinanza. Credo che questa sia stata la cura migliore per rigenerare da subito il mio stato d’animo in questi giorni. Grazie davvero e non vedo l’ora di rivedere e salutare tutti come succedeva prima davanti al Comune nella nostra bellissima piazza”.