A Fano si recuperano spazi urbani per i pedoni e i bambini

In occasione del venticinquesimo compleanno di “Fano la città dei bambini “ è stato lanciato un appello per la riconquista degli spazi urbani perduti

dsc00254In occasione del venticinquesimo compleanno di “Fano la città dei bambini “ è stato lanciato un appello per la riconquista degli spazi urbani perduti e riconsegnarli ai pedoni, loro legittimi proprietari. Per migliorare la qualità della vita bisogna fare come nelle città più evolute, soprattutto all’estero, dove interi quartieri vengono pedonalizzati e ci si muove facilmente a piedi o in bici.  In Italia in nome di un malinteso diritto alla mobilità si abusa dei mezzi a motore e si coprono di asfalto o cemento spazi che potrebbero essere destinati al verde.  Anche nella nostra Fano negli anni passati questo messaggio è stato abbastanza trascurato, permettendo parcheggi attorno alle mura romane o piazze storiche.  Ora qualcosa sembra inizi muoversi e ci rende felici l’avvenuta inaugurazione di via Garibaldi zona nord, appena ristrutturata con un intervento apprezzabile per la leggerezza e pulizia. Per la pavimentazione sono stati usati un lastricato in selci di arenaria e dei mattoni fatti a mano in corrispondenza della non più esistente vecchia cinta muraria. A completare l’opera vi è stato creata la zona ZTL in cui adulti e bambini possano tranquillamente passeggiare, anche di sera grazie ad un’efficiente illuminazione al led, rendendo gradevole l’aspetto visivo. In seguito si spera che la stressa operazione venga effettuata a tutta la restante via Garibaldi, via Cavour e la zona di Porta Giulia. Così facendo si farà rifiorire un centro commerciale, in cui ci si potrà muovere senza essere investiti e si otterrà una gradevole riqualificazione urbana e Fano tornerà ad essere veramente la città dei bambini.