“La Banda Grossi” finalmente sul grande schermo


Un pezzo della storia

Film Fermignano banda Grossi
Film Fermignano banda Grossi

marchigiana in un film: partecipazione straordinaria di Neri Marcoré

Una storia di banditi e carabinieri, sullo sfondo del passaggio dallo Stato Pontificio al nuovo Stato Italiano; le nostre terre in una prospettiva forse mai vista prima. E’ “La Banda Grossi”, film d’esordio del giovane re

gista fermignanese Claudio Ripalti. Briganti per alcuni, eroi per altri: i membri della banda marchigiana – Grossi era nato a Urbania – agivano di fatto con l’aiuto dei contadini insofferenti per la nuova autorità, occupando paesi e contrastando i carabinieri in un’appassionante vicenda “criminale” sì, ma anche profondamente umana. Ripalti ne dà una lettura complessa, di carattere drammatico, un insieme inedito di romanzo d’avventura, dramma epico e western. Il film, prodotto da Cinestudio (Fermignano) e appoggiato da Marche Film Commission è stato cofinanziato tramite una campagna di crowdfunding di Kickstarter che ha raccolto oltre 40.000 euro in 30 giorni. Tutto grazie al trailer che in soli due minuti e mezzo è riuscito ad affascinare e raccontare la bellezza del soggetto e dei luoghi, grazie a una fotografia mozzafiato e intensi primi piani che ricordano i film di Sergio Leone. Al cast di talenti emergenti, provenienti soprattutto dal teatro, si è aggiunta la partecipazione straordinaria di Neri Marcoré e quella di Pietro de Silva, che ricordiamo nel film “La vita è bella”. Alla campagna di crowdfunding hanno contribuito anche il Comune di Fermignano e moltissimi fermignanesi. Per vedere un pezzo della nostra storia sul grande schermo, ricordando i racconti dei nonni sul bandito Grossi.