Nuovi infissi per le scuole dell’infanzia e primaria

Fondi in arrivo dalla Regione Marche (194mila euro) per la sostituzione di finestre ormai fatiscenti Sono 194mila gli euro in arrivo dalla Regione Marche a seguito di un apposito bando che permetteranno di sostituire tutti gli infissi con vetri antisfondamento nelle scuole dell’infanzia e primaria. Una nota dell’amministrazione scuolaL’obiettivo di una comunità educante che in questi anni ha ispirato le nostre politiche scolastiche comincia a delinearsi nella sua interezza grazie al continuo dialogo con altri livelli istituzionali, alle forme di collaborazione instaurate con le associazioni di volontariato e in particolar modo col prezioso apporto dei genitori. Queste eccellenti sinergie, in aggiunta ad operazioni virtuose che hanno liberato cospicue risorse di bilancio, ci consentono di continuare negli investimenti a supporto alle attività didattiche che spesso vanno ben oltre ai servizi di stretta competenza dell’ente, tra i quali trasporto e mensa scolastica, le cui tariffe a domanda individuale sono invariate anche per il corrente anno scolastico per non gravare troppo sugli utenti che usufruiscono di queste prestazioni. Resta prioritaria tuttavia l’attenzione per garantire la sicurezza. In tal senso – si legge – oltre le manutenzioni ordinarie di tinteggiatura e impiantistica, abbiamo ritenuto opportuno programmare una serie di interventi di riqualificazione e prevenzione seguendo sia le segnalazioni degli addetti ai lavori sia quanto predisposto dal documento di valutazione dei rischi”. A tutto ciò si aggiunge il contributo ormai ufficiale per la sostituzione degli infissi: “Un bel risultato. Ma non ci fermiamo qui. Sono al vaglio della giunta interventi di efficientamento e risparmio energetico. Continuano anche gli adeguamenti infrastrutturali per ciò che concerne l’innovazione delle dotazioni tecnologiche. Oltre al potenziamento dei laboratori di informatica, tutte le aule sono state cablate per connessioni internet wireless ad alta velocità e sono fornite di una LIM (lavagna interattiva multimediale), ambienti che saranno più confortevoli grazie all’acquisto di nuovi banchi, sedie e altro. Come già detto tutto ciò è stato possibile e sarà possibile anche solo grazie alla coesione di molte componenti, per ora apprendiamo con soddisfazione che per la prima volta dopo molto tempo il numero degli iscritti alle classi è aumentato rispetto agli stessi degli anni precedenti grazie ad alcune famiglie che si sono trasferite a vivere nel nostro paese, un piccolo spiraglio di speranza che ci induce a lavorare con altrettanta convinzione”.