Caro presidente Ceriscioli, non azzerare i tuoi meriti

Caro presidente, sono stato per tanto tempo il tuo avvocato, ti conosco e ti stimo come uomo e come politico. Amo Pesaro e Cagli, ho fatto molto per i due ospedali come avvocato per quello di Pesaro, come amministratore per quello di Cagli. Ho letto sui giornali le tue proposte di riorganizzazione della rete degli ospedali nella nostra provincia. Le condivido solo in parte. Trovo due gravi errori nel disegno proposto. E’ profondamente errato unificare in un’unica struttura gli ospedali di Fano e Pesaro, è profondamente sbagliato ridurre le funzioni, privandoli dei pronto intervento, degli ospedali di Cagli, Fossombrone e Sassocorvaro. In tutte le Marche la viabilità è a pettine, dall’Appenino alla costa, massime nella nostra provincia dove i collegamenti trasversali sono difficili, inadeguati, insufficienti e per andare da Pesaro a Fano e da Cagli a Urbino occorre una vita. Non ha senso alcuno ignorare l’inadeguatezza dei collegamenti stradali ed è sbagliato costruire un mostro come quello di Ancona dopo che si sono spesi tanti soldi per adeguare gli ospedali di Fano e Pesaro. Non ha senso alcuno trovare la risposta alla sua collocazione su Google maps. E’ errato pensare che sia un nuovo edificio a ridurre la mobilità esterna. E’ profondamente sbagliato privare Cagli di un posto di pronto intervento e ridurlo a solo ospedale di comunità quando esistono gli spazi e la struttura si adatterebbe a raccogliere funzioni che possono integrare quelle di Urbino. E’ un tuo merito avere dato logica collocazione all’ospedale di Pergola, sei stato molto bravo a convincere i medici di base a entrare da protagonisti nel disegno degli ospedali di comunità, sei stato in grado di firmare una convenzione con la facoltà di medicina dell’Università di Ancona, non puoi azzerare i tuoi meriti con errori suggeriti da persone lontane dai bisogni della popolazione.

Maurizio Mancinelli