Ossigeno per le nostre strade colabrodo

salus

Firmato ad Ancona il passaggio all’Anas, ora si auspica una manutenzione costante

imbocco-contessaTornano statali e in gestione ad Anas circa 531 km di strade ex statali ricadenti nel territorio della Regione Marche, attualmente in gestione alle rispettive Province. Mettiamo sotto la lente il territorio di nostra pertinenza. La convenzione che avvia il trasferimento delle competenze è stata firmata ad Ancona lo scorso 5 ottobre dal presidente dell’Anas Gianni Vittorio Armani, da quello della Regione Marche Luca Ceriscioli e dal presidente della Provincia Daniele Tagliolini. Anas, Regione e Province hanno anche sottoscritto una seconda convenzione che prevede la gestione ”in service” della manutenzione ordinaria e invernale, da parte di Anas, di altri 252 chilometri di arterie regionali e provinciali, per un costo di 8 mila euro al chilometro, sostenuto dalla Regione. Qui rientra l’Apecchiese: resta non statale, passa alla Regione ma sarà l’Anas a sostenere i costi della gestione e della manutenzione (5 anni). Di fatto anche l’Apecchiese è nell’orbita Anas. E veniamo a quelle oggetto della convenzione: si tratta della “Flaminia” (35 km), “Della Valcesano” (55 km), “Contessa” (2,5 km) e “Urbinate” (28 km). L’“Apecchiese”. “Siamo stati i primi in Italia a sottoscrivere questo passaggio, credo che per i cittadini – ha commentato il presidente Ceriscioli – sia un’ottima notizia perché il partner scelto è il numero uno nella gestione. Sulle strade si giocano molte partite che riguardano il territorio e poter contare su una grande qualità in termini di manutenzione, programmazione, progettazione e intervento, significa dare alla comunità tante risposte concrete negli aspetti economici e della sicurezza”.
“Numerosi sono stati i tentativi fatti in questi anni e sono soddisfatto di aver raggiunto, insieme ai sindaci, questo risultato. In particolare per la Flaminia, c’è stato un lavoro di squadra con i primi cittadini di Acqualagna Andrea Pierotti e di Cagli Alberto Alessandri”, ha aggiunto il presidente della Provincia Tagliolini.
Chiusura con il consigliere regionale Traversini: “Va sottolineato lo sforzo economico che la Regione ha sostenuto per questo passaggio”. Lo stesso anticipa poi le strategie future: “Anche nell’ottica della macroregione con l’Umbria, si stanno intensificando i contatti tra i presidenti Ceriscioli e Marini nella finalità di accelerare il miglioramento della parte umbra della Contessa in modo d’arrivare, in futuro, con due comode opzioni (zona dell’ospedale di Branca) e Umbertide) per raggiungere la capitale.